Cannes, Margot Robbie si diverte

In piedi sul tavolo, cantando We will rock you dei Queen a squarciagola, e giù bicchierini di limoncello, Margot Robbie si diverte fino a chiusura del ristorante, insieme al marito, il regista Tom Ackerley e a un gruppo di amici, tra cui un importante agente di Hollywood, Roeg Sutherland (figlio di Donald, fratellastro di Kiefer).

Il ristorante si chiama «Le Maschou», è piccolissimo (una sola stanza), illuminato solo a lume di candela,  inerpicato su una stradina del quartiere Le Suquet, un po’ fuori dai soliti giri del festival. Si mangia prevalentemente della costosissima carne (altra differenze con il resto dei menù  della Croisette, dove furoreggia la bouillabaisse piena d’aglio), c’è un dj che ama i classici anni Ottanta e Novanta e un’atmosfera da festa privata. A richiesta si può anche far mettere una tenda rossa sull’ingresso in modo che i passanti non possano individuare chi sta cenando all’interno.

Ma chi ha visto, ha potuto verificare che la splendida Harley Quinn di Suicide Squad (nonché moglie di Leonardo DiCaprio in The Wolf of Wall Street) sa godersi la vita: sembrava una ragazzina in gita scolastica.

Nei prossimi mesi avrà una sfilza di importanti film in uscita: giusto sfruttare la libertà prima della tempesta.

 

L'articolo Cannes, Margot Robbie si diverte proviene da VanityFair.it.

Top Gun, Tom Cruise conferma il sequel

In una Hollywood particolarmente impegnata a rispolverare quasi tutti i suoi classici, era inevitabile che si sarebbe finiti a parlare anche di Top Gun. Le voci di un sequel si sono rincorse per anni ma finalmente arriva la conferma “ufficiale” da parte di Tom Cruise, il cui pilota Pete “Maverick” Mitchell è tra i personaggi più iconici del cinema americano contemporaneo.

In occasione del tour promozionale per il suo ultimo film The Mummy, l’attore  54enne ha infatti dichiarato al programma australiano Sunrise che “Sì è tutto vero. Inizierò le riprese il prossimo anno. Il sequel si farà sicuramente“.

Il film del 1986 vedeva Cruise protagonista al fianco di Kelly McGillisAnthony Edwards, Meg Ryan e Val Kilmer. Non si sa ancora se Top Gun 2 sarà una reunion di tutto il cast originale, tuttavia lo scorso aprile Val Kilmer si è dichiarato più che entusiasta all’ipotesi di rivestire i panni del bad boy Iceman.

 

L'articolo Top Gun, Tom Cruise conferma il sequel sembra essere il primo su Vogue.it.

Bondage: l’arte di legare

Sesso
Sono sempre più numerose le coppie che ricorrono al bondage, altrimenti detto l'arte del legarsi. La pratica del bondage può assumere diverse sfumature, non è dunque appannaggio di chi ama i rituali sadomaso o le tecniche di sottomissione. Esiste, infatti, anche un bondage "dolce", ma non per questo meno sexy, che può diventare un grande alleato per le coppie.Soprattutto, se la coppia è datata e ha bisogno di dare una sferzata di novità e di fantasia al rapporto di sempre. Inoltre, il bondage pare sia benefico anche per la salute psicofisica di entrambi i partner.Riduzione dello stressInnanzitutto, sondiamo i benefici del bondage dal punto di vista della salute. Secondo uno studio olandese, infatti, le coppie che praticano questo gioco erotico riescono a ridurre la tensione e lo stress. L'effetto del bondage, e del gioco erotico di ruolo in generale, infatti sarebbe proprio una riduzione importante della componente ansiosa e nervosa che proviene dalla quotidianità e che si tende a riversare all'interno della coppia.Dunque, dedicarsi al bondage potrebbe essere la soluzione ideale per le coppie che attraversano periodi di crisi a causa di un surmenage lavorativo o di cambiamenti relativi alle dinamiche del rapporto: per esempio, un avanzamento di carriera della donna e l'eventuale sensazione di frustrazione del partner.Il giocoIl bondage è, prima di tutto, un gioco. E giocare, si sa, fa un gran bene alla coppia così come ridere insieme e condividere piccoli o grandi segreti. Tutto ciò, infatti, si inserisce nella dimensione della complicità. Essere complici è garanzia di lunga durata della relazione, significa comprendersi e aver voglia di mettersi in gioco insieme.Quindi, il bondage diventa un gioco negoziato. Ovviamente, la prima regola è che entrambi i partner abbiano davvero voglia di farlo. Un desiderio autentico e sentito che, spesso, per uscire allo scoperto ha però bisogno che vengano abbattute le barriere culturali ed emotive che impediscono di giocare e di lasciarsi andare.Bondage softPer chi non ama le pratiche sadomaso ma desidera comunque sperimentare l'arte del legarsi a vicenda, è perfetto il bondage dolce. Si tratta di legarsi vicendevolmente utilizzando accessori soft come cravatte, foulard di seta, pashmine o manette con pelouche.Le tecniche del bondage sono innumerevoli e si declinano a seconda delle fantasie e dei desideri di ogni coppia. Non c'è bisogno di procurarsi particolari equipaggiamenti, saranno sufficienti un'occhiata al guardaroba o una cravatta sfilata proprio sul momento.Un meccanismo biologicoPerché praticare bondage provoca un ampliamento del piacere sessuale? Oltre alla componente emotiva, esiste proprio un aspetto biologico importante. Uno studio condotto dalla Northern Illinois University, ha evidenziato come nel momento della "restrizione" (cioè quando si è legati, volontariamente, e si gioca con il partner), il cervello perde finalmente il controllo e viene attivata una completa sensazione di libertà.Questa percezione di libertà, riesce ad abbattere alcune barriere culturali importanti e a far concentrare i partner solo sul piacere fisico e sul momento. Trasportando la coppia in una dimensione quasi parallela, del "qui e ora",  estremamente benefica per la sua salute.

Bianca Balti, una sirena a Cannes

«Quando il lavoro si trasforma in vacanza». Bianca Balti, 31 anni, sa di essere fortunata e lo racconta sul suo profilo social poco dopo il suo arrivo a Cannes. La modella è «sbarcata» al Festival giusto in tempo per i festeggiamenti del 70esimo anniversario. E ha diviso il red carpet «di compleanno» con tante altre dive: da Charlize Theron a Nicole Kidman, da Irina ShaykSara Sampaio.

LEGGI ANCHE

Cannes 2017, Irina Shayk sfila dopo il parto

Dopo il «bagno di riflettori» sul tappeto rosso, la mamma di due è tornata a «lavoro». A tenerla occupata sotto il sole di Cannes è un servizio fotografico (hot). La modella lodigiana è in topless, sdraiata all’interno di un’ostrica gonfiabile. Sullo sfondo il mare e il pontile dell’hotel Martinez. Bianca scherza con i fotografi, ride con gli assistenti, è in splendida forma. Mamma felice, in carriera e innamorata (le nozze con l’americano Matthew McRae sono nell’aria).

LEGGI ANCHE

Kendall Jenner e Kourtney Kardashian, sorelle a Cannes

Le due figlie, a quanto pare, stavolta sono rimaste a casa (la più piccola è Mia, un anno e mezzo, avuta dal fidanzato McRae e la più grande è Matilde, 8, nata dal precedente legame col fotografo Christian Lucidi). L’anno scorso la top model erainvece, arrivata al Festival con la secondogenita tra le braccia. Nonostante una carriera iniziata presto, Bianca non ha mai nascosto di avere altre priorità. «I figli, la maternità, l’amore, la famiglia sono la vita vera». Tutto il resto viene dopo.

L'articolo Bianca Balti, una sirena a Cannes proviene da VanityFair.it.

Fantasie erotiche: e se la realtà superasse l’immaginazione?

Una volta erano (solo) sogni. Oggi web e siti di dating trasformano quelle fantasie (prima) inconfessabili in realtà. Ed ecco che la seduzione passa immediatamente dal web. Ma quali sono i desideri degli italiani in fatto di eros? Lo svela un’indagine di C-date (www.c-date.it), sito di incontri, che ha intervistato oltre 1.000 italiani, sia uomini che donne, di età compresa fra i 18 e i 60 anni. E le sorprese non sono mancate, perché fare sesso con uno sconosciuto parrebbe essere la fantasia più gettonata e quella che si riesce a raggiungere con maggior facilità. Il 49% degli intervistati, infatti, ha affermato di aver avuto, almeno una volta, incontri intimi con persone conosciute online. Sdoganato anche l’uso di sex toys, sempre più diffusi, il desiderio di farlo in luoghi pubblici e il rapporto a tre perché, come cantava Renato Zero nel Triangolo «la geometria non è un reato».

Ma scendiamo nel dettaglio: con che frequenza le fantasie erotiche affollano la mente degli italiani? Sei uomini su dieci, (62,2%) confessano di averne più volte durante la giornata, le donne, a sorpesa, poco meno (48,1%). I più timidi, quelli che «io, ma no figuriamoci, solo ogni tanto» sono il 36,2%, uomini, il 44,4% donne. coloro che trascorrono la giornata senza pensare al sesso sono davvero pochi: solo il 7% delle donne e meno del 3% degli uomini. Sempre che abbiano detto la verità, ci vien da pensare!

Quali sono, invece quelle fantasie erotiche che, grazie al web, sono diventate per molti una (piacevole) realtà? Il podio spetta ai sex toys, con il 44% delle donne. Medaglia d’argento al sesso in luoghi pubblici (gettonatissimi i camerini dei negozi) assegnata dal 34,5% degli uomini. Bronzo al cosiddetto “triangolo” che piace al 37% delle donne, seguito dal bondage (26%).

Ma non è tutto. Veniamo alla questione sex tape: il 18% di uomini e donne (percentuale analoga) hanno ammesso di aver girato il proprio personalissimo film erotico. Il 7,8% degli intervistati (uomini) ama farsi dominare, mentre il 7,4% delle donne si è lasciata tentare da club e locali dove si effettua lo scambio di coppia. Per finire, l’8,6% degli uomini ha fatto sesso con una donna di un’altra etnia e l’11,1% delle donne ha confessato di aver avuto almeno un’esperienza di sesso gay.

L'articolo Fantasie erotiche: e se la realtà superasse l’immaginazione? proviene da VanityFair.it.